Pasqua: un mondo di tradizioni

Paese che vai, usanza che trovi. Il detto vale anche per la Pasqua, in Europa e nel mondo. Un mix di tradizioni religiose, in certi casi cerimonie che deviano dal sacro e assomigliano a riti pagani, ma soprattutto un’incredibile varietà di folklore gastronomico.

Insomma, la Pasqua si festeggia a tavola. O addirittura al cimitero, come avviene curiosamente in Russia, dove a pranzo si organizzano picnic vicino alla tomba di un parente; poi ci si trasferisce a casa, dove la sera si banchetta con pesce, carne e funghi. Il dolce tipico locale è il kulitch, un panettone fatto con ricotta dolce.

Pasqua: un mondo di tradizioniNel nord Europa, con la Pasqua, si festeggia anche l’arrivo della primavera. Gli svedesi abbelliscono le loro case con rami di salice e betulla, le bambine si vestono da streghe e bussano alle porte dei vicini alla ricerca di dolci. In Finlandia, durante la domenica delle Palme, si benedicono i rami di pioppo bianco con le gemme, si accendono falò e la domenica si mangia il mämmi, un dessert di farina di segale, e il pasha, a base di formaggio. In Germania viene accesa la fiamma del “fuoco sacro”, mentre negli orti vengono sparse le ceneri come augurio propiziatorio per il raccolto. In Inghilterra si dedicano maggiori attenzioni alle persone bisognose e agli anziani. I dolci tipici sono gli hot cross buns, brioches farcite di uvetta e cannella decorate con una croce di glassa, per ricordare la passione di Cristo. Domina invece il giallo in Olanda e Danimarca, dove le case vengono ornate di fiori.

Passiamo ai paesi latini: in Francia le campane restano silenziose fino a tutto il venerdì santo; ai più piccoli viene detto che sono volate temporaneamente via, a Roma. Quando riprendono a suonare è il segnale della Pasqua e scatta, anche qui, la ricerca delle uova di cioccolato. In Spagna processioni e rappresentazioni teatrali della via Crucis caratterizzano la settimana santa. Famosissima la Pasqua di Valladolid, dove si tiene il corteo dei nazarenos, i penitenti incappucciati e vestiti di bianco che ritroviamo anche in Italia, a Taranto. In Grecia, la Pasqua è la festa più importante dell’anno, si mangiano riso e mayeritsa, una zuppa di agnello.

Infine, un salto fuori dai confini europei: negli Stati Uniti la Pasqua si caratterizza per la caccia all’uovo dei bambini e l’apertura eccezionale dei giardini della Casa Bianca a cittadini e turisti. Più a sud, in Brasile, tutti in spiaggia per l’ultima tintarella e poi a tavola con baccalà e cioccolato. Nelle Filippine, il clou dei festeggiamenti si chiama Sinakulo e ha come protagonisti alcuni devoti che, per le strade, si autoflagellano e si crocifiggono per condividere il dolore di Cristo. Alla domenica, in chiesa avviene la benedizione delle foglie di palma, che poi decoreranno le case dei fedeli.