I giocattoli contraffatti fanno male. Ai bimbi e all’economia

A volte la differenza quasi non si nota. I giocattoli contraffatti, infatti, sono spesso la riproduzione fedele degli originali da cui traggono spunto. Osservandoli con attenzione, tuttavia, i trucchi balzano all’occhio: il packaging è meno curato e i materiali utilizzati sono di pessima qualità. Questo è un primo effetto negativo prodotto dai giocattoli contraffatti: le plastiche con cui speso vengono prodotti, infatti, sono considerate tossiche dalla normativa europea vigente. E gli effetti sui bimbi che ci giocano sono tutt’altro che positivi.

I giocattoli contraffatti fanno male. Ai bimbi e all’economiaA risentire della presenza di giochi contraffatti nel nostro Paese, inoltre, (l’economia italiana: il mercato nero relativo ai prodotti di questo tipo), purtroppo, in crescita, e questi dati si ripercuotono da un lato sullo Stato, che rinuncia a una parte di introiti fiscali, dall’altro sulle imprese italiane, che si trovano a gareggiare con una concorrenza sleale. La quale, puntando a un guadagno facile, realizza prodotti in grandi quantità senza tenere minimamente in considerazione la sicurezza.

I giocattoli sicuri, invece, sono frutto di lunghe ricerche, elaborazioni e controlli, che garantiscono la loro idoneità. E, inevitabilmente, sono venduti a un prezzo superiore. Un caso in cui, comunque, la qualità  merita di essere premiata: ecco perché è fondamentale accertarsi, al momento dell’acquisto, che ogni giocattolo sia dotato del marchio CE, che garantisce la sua conformità  alla normativa europea.