Fuochi artificiali: divertiamoci con sicurezza

I fuochi artificiali da sempre attirano la nostra fantasia: i suoni, le luci, le sorprese sono un ingrediente fondamentale del nostro divertimento in ogni ricorrenza, non solo a capodanno.
Ma bisogna conoscere i prodotti e gli effetti che ognuno di essi produce per essere certi e tranquilli che un momento di festa e di gioia non si trasformi in un pericolo.

Come evitare gli infortuni con i fuochi artificiali
Innanzitutto bisogna distinguere tra i vari prodotti e avvicinarsi a quelli che si è in grado di maneggiare con sicurezza: nessuno di noi si metterebbe a guidare un TIR senza aiuto se fino a quel momento ha guidato solo un’auto, eppure anche il TIR è un mezzo sicuro, purché lo si conosca e lo si sappia guidare.
Allo stesso modo chi vuole divertirsi a capodanno, a Natale o semplicemente a un compleanno con gli amici non andrà certo ad acquistare dei fuochi professionali, sicurissimi nelle mani di professionisti esperti del mestiere con anni di esperienza alle spalle, ma problematici per noi consumatori di tutti i giorni.
Inoltre, dato che nessuno di noi acquisterebbe un’auto da un rivenditore poco affidabile, con targa fasulla e carrozzeria palesemente rabberciata alla meglio, allo stesso modo i prodotti pirotecnici non devono essere acquistati da venditori abusivi, senza etichetta e fidandoci solo delle parole rassicuranti di chi ce li vuole piazzare. Come comportarsi allora per non avere delle brutte sorprese?
Assogiocattoli ha preparato, con l’aiuto di alcune aziende associate e l’avallo delle due principali associazioni del settore, l’ANISP e l’ASSPI, una sorta di decalogo per l’acquisto e l’utilizzo sicuro dei fuochi artificiali.

Decalogo per il corretto utilizzo dei fuochi artificiali

  1. Per l’acquisto di prodotti pirotecnici scegli sempre una rivendita conosciuta e fatti consigliare su quale tipologia di prodotto è più adatta all’utilizzo che ne vuoi fare.
  1. Al momento dell’acquisto verifica che sul prodotto ci sia l’etichetta che riporta l’età minima di vendita richiesta (la vendita della quasi totalità dei fuochi artificiali è riservata ai maggiorenni), nome e indirizzo completo dell’importatore, la categoria europea (1 , 2 o 3) e/o la categoria italiana (es : V “E”, V “D”) nei negozi tradizionali, (IV e V ”C” solo nelle rivendite autorizzate dalla Prefettura, tramite apposita licenza). I prodotti abusivi, per la maggior parte pericolosi, non hanno etichetta o presentano poche e non esaustive informazioni.
  1. Durante il trasporto non avvicinare i prodotti a fonti di calore, utilizza sempre sacchetti o scatole.
  1. Conservali fino al momento dell’utilizzo in luoghi asciutti e lontano dalla portata dei bambini.
  1. Leggi sempre e con attenzione le istruzioni d’uso e, se richiesto:
  • le persone devono stare a distanza di sicurezza
  • tenersi lontani da case, persone e luoghi a rischio di incendio, come fabbriche e boschi
  1. Utilizzare sempre un solo prodotto alla volta, tenendo altri prodotti pirotecnici lontani e al riparo da fiamme e scintille, non accendere prodotti pirotecnici in caso di vento.
  1. Accendere l’estremità della miccia stando sempre di lato senza avvicinare il viso, portarsi quindi alla distanza di sicurezza prevista nelle istruzioni.
  1. In caso di mancato funzionamento o funzionamento parziale, non tentare mai di riaccendere il prodotto, non avvicinarsi per almeno 30 minuti prima di recuperarlo, immergendolo infine in acqua.
  1. Non tentare mai di accendere prodotti non accesi trovati per strada.
  1. Dopo l’uso non abbandonare eventuali involucri dei prodotti pirotecnici utilizzati, ma smaltiscili utilizzando idonei contenitori per la raccolta dei rifiuti.

Queste semplici regole, dettate dal buon senso, sono sufficienti a garantirvi di trascorrere momenti di divertimento in completa sicurezza. Al resto hanno pensato le aziende che producono e importano i prodotti di qualità, sempre controllati con attenzione e ora regolamentati da una nuova Direttiva Europea che all’articolo 1 recita:

“La presente Direttiva stabilisce norme volte a realizzare la libera circolazione degli articoli pirotecnici nel mercato interno, assicurando un livello elevato di protezione della salute umana e di sicurezza pubblica nonché la tutela e la incolumità dei consumatori, e a tener conto degli aspetti pertinenti connessi alla protezione ambientale” (Direttiva 2013 /29/UE del 12 giugno 2013 – Art. 1, comma 1).

Felice anno nuovo a tutti!