Carnevale 2013: come mi vesto?

Il travestimento di Carnevale vuole varietà , fantasia. Clown, Zorro e principesse sono superati: oggi tv e cartoni animati sono fonti impareggiabili per scovare il costume più originale. Così le maschere classiche, ispirate alla tradizione del teatro italiano del XVI e XVII secolo, sono pressoché scomparse: chi riconosce ancora Brighella da Bergamo o il saccente dottore bolognese Balanzone? Sopravvive solo qualche solitario Arlecchino, mentre anche Pulcinella sembra essere superato.

Come si travestiranno allora i ragazzi per il Carnevale 2013? Tra le maschere più gettonate ci sarà quella di Psy, il rapper coreano autore del tormentone musicale Gangnam Style che su YouTube ha raggiunto il miliardo di visualizzazioni. Non il massimo, forse, ma sempre meglio rispetto allo scorso anno quando, nei party più cool, fecero la loro comparsa migliaia di capitani Schettino. E le ragazze? Indosseranno costumi burlesque è lo stile anni Cinquanta che ha visto la sua ricomparsa nel corso di questi ultimi anni, magari accompagnati da un make up appariscente e dai colori vivaci, strass e da lunghissime ciglia finte. Del resto, se non si osa in questa occasione…

Il Carnevale, però, è soprattutto la festa dei bambini. Sono loro che portano all’esasperazione mamme e papà costretti a portarli in giro per negozi a caccia del nuovo travestimento. Il trend in voga tra i maschietti si ispira ai cartoni animati, dalle auto parlanti del film Cars fino ai simpatici personaggi di Toy Story, anche se va detto che Batman, Peter Pan, il Gatto con gli stivali e il più moderno Harry Potter sono pur sempre classici intramontabili. E le femminucce? Nel 2012 hanno spopolato i travestimenti da diva, come Lady Gaga con il suo look aggressivo. Attenzione, però: quest’anno potrebbe vedere il ritorno dei grandi classici ripresi dalle più belle storie firmate Walt Disney. Tre nomi su tutti: Biancaneve, Cenerentola e la new entry Rapunzel. Insomma, non resta che travestirsi. E allora, buon Carnevale a tutti!