A Milano finalmente si gioca nei cortili

“Vietato calpestare il prato”. “Proibito giocare con la palla”. Sono questi alcuni dei cartelli che fino a pochi giorni fa limitavano il gioco dei più piccoli nei cortili milanesi. Fino a pochi giorni fa, appunto. Perché il Comune di Milano ha da poco emanato una delibera con la quale restituisce ai giardinetti all’interno dei condomini il ruolo che avevano fino a pochi anni fa: un luogo di incontro tra bambini di tutte le età, in cui questi possono giocare, sviluppare la loro fantasia e le prime dinamiche di gruppo.

A Milano si torna a giocare nei cortiliPer l’esattezza, la delibera riconosce “il diritto dei bambini al gioco e alle attività  ricreative proprie della loro età. Nei cortili, nei giardini e nelle aree scoperte delle abitazioni private deve essere favorito il gioco dei bambini, fatte salve le fasce orarie di tutela della quiete e del riposo”. Alcune regole quindi, prevalentemente di buon senso, rimarranno: rispettare le regole imposte dai regolamenti condominiali e non danneggiare in alcun modo gli spazi comuni. Per il resto, ai bimbi è (quasi) tutto concesso: via libera, quindi, ai giochi all’aria aperta con gli amici, sicuramente caratterizzati da un grande valore educativo. Buon divertimento!